VIDEO: La scalata di Huawei, prossima al sorpasso su Apple

Huawei è un colosso delle Tlc, che sta scommettendo sulla sperimentazione 5G, ma è anche l’aggressivo vendor di smartphone che sta macinando market share e sta per mettere la freccia – udite, udite – su Apple, scalfendo, per la prima volta da anni, il consolidato (un tempo) duopolio, costituito da Samsung ed Apple al vertice nel mercato smartphone.

La scalata di Huawei, prossima al sorpasso su Apple
La scalata di Huawei, prossima al sorpasso su Apple

Apple si posiziona al primo posto nella classifica dei Best Global Brands, seguita a ruota da Google e Microsoft, tuttavia, pur mantenendo lo scettro dei profitti (seguita una volta da Samsung, oggi da Huawei, nuova regina degli utili), non sembra più in grado di porre freni all’irresistibile scalata di Huawei.  Continue reading “VIDEO: La scalata di Huawei, prossima al sorpasso su Apple”

VIDEO: Aspettando Pixel 2, Google compra i talenti di HTC

HTC non è un vendor Android qualsiasi, ma – volente o nolente – è un primus inter pares, anche solo per un motivo storico: è stato il primo OEM a scommettere sull’OS open source di Google. Era l’epoca del T-Mobile G1 e all’epoca la casa di Taiwan era un vendor legato a Microsoft, con cui collaborava sui terminali con Windows Mobile: un’era geologica fa. Inoltre, quando Google è tornata all’hardware con i fortunati Pixel, dopo la svendita di Motorola (a Lenovo), è tornata a bussare alle porte del vendor taiwanese, con cui in passato aveva già realizzato i Google Nexus. L’acquisizione del team di HTC, per 1,1 miliardi di dollari, da parte di Google, ha dunque radici profonde, indice di un rapporto che prosegue negli anni.

Aspettando Pixel 2, Google compra i talenti di HTC
Aspettando Pixel 2, Google compra i talenti di HTC: affare da 1,1 miliardi di dollari

Certo, dal picco di vendite del 2011 (con 45 milioni di unità, secondo Counterpoint Research), Htc è piombata a 12,8 milioni di smartphone, passando dal 9% di market share a meno dell’1%. Una china pericolosa. Gli ultimi anni non sono stati facili per Htc, costretta a licenziare migliaia di dipendenti, a causa dell’ascesa delle tigri cinesi (Huawei, Xiaomi, ZTE, Vivo e Oppo: i produttori cinesi hanno raddoppiato l’export in tre anni, ora esportano il 40% dei loro device; Huawei, con un balzo del 50% in Europa nella prima metà dell’anno, potrebbe superare Apple come secondo vendor al mondo, alle spalle di Samsung: il Mate 10 è atteso il 16 ottobre), mentre esploravs nuove strade, oltre Android, ampliando il raggio d’azione alla realtà virtuale con il visore per la realtà virtuale (VR) Htc Vive.

La scommessa di Google, forte di oltre un miliardo di dollari per aggiudicarsi i talenti di HTC, dimostra che il motore di ricerca fa sul serio nell’hardware, il cui business è cresciuto del 42% a 3,1 miliardi di dollari nel secondo trimestre (il segmento però include il cloud, in rapida crescita).

Google era già entrata nel mercato hardware, quando aveva acquisito l’americana Motorola per 12,5 miliardi di dollari: era il 2012 e l’azienda aveva fretta di rastrellare brevetti per difendersi nella Patent war innescata da Apple. Ma, dopo soli tre anni, Google cedette gli asset hardware di Motorola alla cinese Lenovo, per una frazione della cifra sborsata solo pochi trimestri prima: fu costretta a vendere, anche a causa delle tensioni innescate fra i vendor Android (Samsung aveva minacciato di mettere Android in secondo piano, scommettendo su Tizen OS). Ma l’anno scorso Google ha assunto Osterloh (ex Motorola) per guidare il business hardware, dove verrà inglobato il team di Htc.

L’acquisizione dei talenti provenienti da Htc, per costruire i prossimi Pixel (a proposito, Pixel 2 vedranno la luce il 4 ottobre), creerà una nuova ondata di tensione fra Google, che realizza la piattaforma Android, e gli altri vendor Android, o questa volta filerà tutto liscio? Samsung non avrà timore della competizione rappresentata dai Pixel, costruiti dal team di Htc in stretta collaborazione con il team software di Google? Solo il tempo dirà se il ritorno di Google nell’hardware sia stata o meno la scelta giusta.

Non solo smartphone e digitale. La scuola oltre gli stereotipi: deve recuperare autorevolezza, credibilità, competenze

Lo stato della scuola italiana – una realtà dove convivono centri di eccellenza accanto a periferie desertiche e cimiteri degli elefanti – langue nei numeri dei test Ocse-Pisa. I test fotografano i ritardi dei nostri studenti rispetto ad altri Paesi più evoluti e al contempo sottolineano le diseguaglianze fra gli studenti lungo la Penisola: quelli di Bolzano, Trento e Lombardia, per esempio, segnano punteggi superiori di circa 30 punti rispetto alla media italiana, mentre gli alunni della Campania risultano 30 punti sotto, fatto che li zavorra di un ritardo pari a un intero anno scolastico.

Non solo smartphone e digitale. La scuola oltre gli stereotipi: deve recuperare autorevolezza, credibilità, competenze
Non solo smartphone e digitale. La scuola oltre gli stereotipi: deve recuperare autorevolezza, credibilità, competenze

In questo quadro già desolante, non va sottaciuto il grido di allarme delle associazioni di categoria: l’Osservatorio delle Competenze Digitali, condotto da Aica, Assinform, Assintel e Assinter Italia e promosso da Miur e Agid, nel triennio 2016-2018 stima che si potrebbero creare 85.000 nuovi posti di lavoro che richiedono specializzazione in ICT, ma mancano i professionisti dotati di competenze legate alla Trasformazione Digitale.  Continue reading “Non solo smartphone e digitale. La scuola oltre gli stereotipi: deve recuperare autorevolezza, credibilità, competenze”

SLIDESHOW: Cara Apple, l’unica novità è l’Augmented Reality (AR)

Il mercato smartphone cresce del 2.5% a 1.47 miliardi di unità, secondo IDC, e l’incremento potrebbe fermarsi all’1.7% quest’anno. A dieci anni dal debutto del primo iPhone, il mercato smartphone arranca. Nella futuristica cornice dell’auditorium Steve Jobs Theatre (tutto l’Apple Park a forma di astronave è costato 5 miliardi di dollari), dedicato al compianto co-fondatore di Apple, sono stati presentati i nuovi Apple Watch (lo smartwatch ha sorpassato Rolex, ma non è dato saoere se nel numero di vendite o nel fatturato), i nuovi iPhone 8 con ricarica wireless (AirPower è la base Apple per ricaricare contemporaneamente senza fili iPhone, Apple Watch e AirPod) e il nuovo iPhone X (si legge ten, dal numero romano X), oltre alla Apple Tv 4K.

Apple iPhone 8 e 8 Plus
Apple iPhone 8 e 8 Plus

iPhone 8 ha lo stesso design del 7, ma sotto la scocca ruggisce il nuovo chip A11 Bionic, una cpu a 64-bit e a sei core, di cui due ad altre prestazioni e quattro ad alta efficienza energetica per le operazioni più comuni, ma in grado di lavorare in parallelo in caso di necessità.  Continue reading “SLIDESHOW: Cara Apple, l’unica novità è l’Augmented Reality (AR)”

Aspettando iPhone X, lo smartphone targato Apple del decimo anniversario

Samsung ha già ricevuto 650.000 preordini di Galaxy Note 8 in appena cinque lavorativi. La cinese Huawei ha sorpassato temporaneamente, ma simbolicamente, Apple. Nel mercato Mobile, in crescita di un robusto 4% (ma sono lontani i fasti a doppia cifra), lo smartphone sta soppiantando i tablet, grazie al big screen, la diagonale ormai stabilmente sopra i 5 pollici e perfino sopra i 5,5 pollici in oltre il 25% dei casi. E Android fa la parte del leone, anche se iOS scommette sullaversione 11 per la riscossa, approfittando della morte di Windows Phone. In questo scenario, Apple si accinge a presentare fra poche ore il nuovo iPhone X, nome in codice iPhone 8, lo smartphone del decennale, con riconoscimento facciale FaceID 3D, per sbloccare il device e con display senza cornice per esaltare il design che altri vendor definiscono “infinity”. Siri – l’assistente vocale utilizzato 2 miliardi di volte a settimana (ma già superato da Amazon Alexa e dagli agguerriti rivali) – sarà il vero protagonista di questo evento, come promette Craigh Federighi? Vedremo.

In queste ultime settimane, Apple ha pubblicato una trimestrale da record (il terzo quarter), in progresso del 7,2% rispetto alla scorso anno, con un fatturato di 45,4 miliardi di dollari rispetto ai 42,4 miliardi di dollari del luglio 2016, con il 61% raccolto sui mercati globali, il restante in Usa, primo mercato in crescita del 13%, oltrepassando le attese degli analisti. La parte del leone della crescita trimestrale si deve ai Servizi con un +22% e un fatturato da 7,2 miliardi di dollari (ApplePay, contenuti digitali, Apple Care) combinati con la voce “altri prodotti” con un +23% in volume e fatturato da 2,7 miliardi di dollari, che raccoglie Apple Watch (in prima linea).

iPhone X con Siri superstar e display infinito: il giorno di Apple Event
iPhone X con Siri superstar e display infinito: il giorno di Apple Event

E la terza edizione dello smartwatch potrebbe essere svelata questa sera, dopo l’HomePod, lo speaker domestico controllato da Siri, visto a WWDC 2017 dello scorso giugno. Ma fervono le attese per il mondo AR, dopo l’assaggio in ambito Augmented Reality, concesso alla developer conference.  Continue reading “Aspettando iPhone X, lo smartphone targato Apple del decimo anniversario”

Le news in breve del trimestre estivo

  • Amazon ridisegna Echo, Echo Connect, Echo Plus, Echo Spot e perfino Echo Buttons
  • Mozilla presenta Firefox Quantum: promette di consumare il 30% della memoria in meno rispetto a Google Chrome
  • Il più grande flop di Android? Essential Phone, fermo a5 mila unità vendute. Nonostante Andy Rubin
  • Cisco taglia 310 posti di lavoro nel quartier generale a San Jose
  • Facebook Paywall entro fine anno: gli utenti dovranno pagare un canone
  • Twitter raddoppia: da 140 a 280 caratteri
  • Huawei Mate 10 dà appuntamento al 16 ottobre
  • Siri divorzia da Bing per Google, in cambio di 3 miliardi di dollari: L’assistente digitale di Apple si allinea a Safari
  • Google rivelerà Pixel 2 il 4 ottobre
  • Il ministro Carlo Calenda presenta Impresa 4.0
  • App economy: The Fork ha fatto lievitare del 187% le prenotazioni online dei ristoranti nella stagione estiva
  • World Insurance Report 2017 (WIR): Capgemini ed Efma illustrano l’impatto dell’InsurTech nel mercato assicurativo
  • Amazon punta a triplicare la distribuzione in Messico
  • AgCom sta preparando multe per i gestori di telefonia: Stop a tariffe a 28 giorni, la fattura deve essere mensile
  • Apple presenta iPhone X, lo smartphone del decennale
  • Samsung svela Galaxy Note 8, la rivincita del phablet

Agosto:

  • L’advertising online vale 2,4 miliardi grazie a Video, Mobile e Native: vale il 30% del mercato pubblicitario
  • Alleanza Walmart-Google: sfida ad Amazon sull’e-commerce
  • Amazon acquisisce la catena di supermercati bio Whole Foods Market per 13,7 miliardi di dollari

5 – 7 giugno:

  • Apre WWDC 2017: alla conferenza sviluppatori di Apple, presentati HomePod, iPad da 10.5 pollici, iMac Pro, iOS 11 e MacOS High Sierra; Apple Pay arriva su iMessage per pagamenti P2p
  • Lenovo ha lanciato Moto Z2 Play con gli accessori GamePad e ricarica wireless
  • IBM e Samsung annunciano alleanza nella tecnologia nanosheets per produrre chip con performance superiori del 40% o a maggior risparmio energetico

A WWDC 2017 Apple mette Siri al centro della sua galassia Home, a partire da HomePod

A WWDC 2017 Apple ha presentato i nuovi iMac Pro, iPad Pro da 10.5 pollici, ma soprattutto ha messo Siri al centro della sua galassia Home, a partire da HomePod, il nuovo Speaker, non ancora in grado di competere con Google Home o Amazon Echo, ma sulla buona strada per rivaleggiare con i competitor. eMarketer stima che 36 milioni di americani useranno un assistente vocale come Amazon Echo o Google Home o il nuovo HomePod, almeno una volta al mese (con un incremento del 129% anno su anno).

A WWDC 2017 Apple svela HomePod
A WWDC 2017 Apple svela HomePod

HomePod si attiva vocalmente: adesso Siri non solo capisce l’intonazione vocale, ma soprattutto il contesto, grazie al Deep Learning. Inoltre, l’assistente vocale di Apple è in grado di tradurre: dall’inglese al cinese, francese, tedesco, spagnolo. Siri conquista una nuova interfaccia visuale, oltre alla crittografia end-to-end per assicurare la privacy. Oggi oltre 375 milioni di device attivi usano Siri.

HomePod nutre l’ambizione di reinventare la musica che ascoltiamo in casa, come iPod ha rivoluzionato la musica in movimento. Ma la più grande novità è rappresentata dai passi in avanti compiuti da Apple nel machine learning, per colmare il gap con Google e Facebook. Il Ceo Tim Cook sembra aver imboccato la via per raddoppiare i ricavi derivanti da servizi per raggiungere i 50 miliardi di dollari dal 2020.

Apple HomePod
Apple HomePod

Con suono direzionale ed elevata precisione acustica, HomePod è principalmente dedicato a diffondere la musica di Apple Music in casa, garantendo alta qualità sonora. Apple Music conta 27 milioni di abbonati (contro i 50 milioni di Spotify).

La spesa consumer sulla smart home (prodotti e servizi) toccherà i 90 miliardi di dollari quest’anno e raggiungerà i 155 miliardi di dollari dal 2022, secondo Strategy Analytics. Amazon domina il mercato: nel trimestre natalizio, l’azienda guidata dal Ceo Jeff Bezos deteneva l’88% dei 4.2 milion i di smart speaker venduti a livello globale.

In ambito AR, Apple ha svelato ARkit, che permetterà di sviluppare apps e tool AR su iOS 11, combinando informazioni dalla videocamera e motion sensing su smartphone in modo da tracciare oggetti virtuali in maniera realistica. ARkit riconosce superfici e bordi, ma soprattutto aggiunge grafica extra via Unreal Engine 4, Unity ed Apple Metal 2. Secondo ABI Research, l’Augmented Reality (AR), sia consumer che business, sia software che hardware, passerà da 1.4 miliardi quest’anno a 96 miliardi di dollari nel 2021.

App Store di Apple compie 9 anni e vanta 500 milioni di utenti a settimana e 180 miliardi di download. Il più giovane developer di apps per l’ecosistema Apple ha 10 anni (ha già sviluppato 5 apps dall’età di 6), il più vecchio coder ha 82 anni.

Apple Pay è il servizio di pagamenti contactless numero uno, per fine anno potrà contare sul 50% di retailer negli USA. Apple Pay è integrato in iMessage per inviare e ricevere denaro in modalità P2p.

Aspettando iOS 11 (in arrivo in autunno la versione ufficiale), l’86% degli utenti mobile di Apple ha effettuato upgrade a iOS 10.

Mirella Castigli

Le news IT in pillole del mese di maggio 2017

29 maggio – 2 giugno:

  • Windows 10 sale su 500 milioni di PC. Sfuma l’ambizioso obiettivo del miliardo di dispositivi annunciato in precedenza
  • Ok del Parlamento europeo all’IVA ridotta per gli eBook: potrà essere allineata a quella dei libri cartacea. #UnLibroèUnLibo!
  • La causa del tilt di British Airways potrebbe risiedere in data centre obsoleti con raffreddamento inadeguato
  • Amazon batte Alphabet: superati i 1000 dollari per azione. Salita del 33% nel solo 2017, aggiunge altri 120 miliardi di dollari di valore di mercato
  • WWDC17, la conferenza sviluppatori di Apple, si terrà dal 5 al 9 giugno a San Jose, in California. Ci stupirà con lo speaker Siri Home?
  • Essential Phone ed Essential Home sono le novità di Andy Rubin, il padre di Android. Per sfidare Apple e Samsung
  • Dopo gli smartglass Spectacles, l’app mobile Snapchat potrebbe rafforzarsi nell’hardware, entrando anche nel mercato dei droni
  • La regina cinese dell’e-commerce, Alibaba, pianifica un investimento da un miliardo di dollari in una startup di food delivery
  • Amazon apre 2 negozi di alimentari a Seattle. Si compra via e-commerce: il ritiro avviene al parcheggio, dove il commesso porta la spesa fino all’auto del cliente
  • Da inizio anno, sono state acquisite 34 startup di Intelligenza Artificiale (AI): il doppio rispetto a un anno fa, secondo CBI nsights
  • IDC: da qui al 2019 il Retail raddoppierà gli investimenti in IT per la convergenza online-offline (IoT, robotica, AI, AR, VR)

16 – 23 maggio:

  • Uber batte i taxi: annullato lo stop
  • Huawei entra nel mercato laptop con MateBook X da 13″ e 1 Kg di peso. Con sensore per impronte digitali, display fullscreen, cpu Intel
  • UBS consiglia di acquistare azioni Apple prima della presentazione di iPhone 8
  • Google AlphaGo AI, frutto dell’acquisizione di Deepmind, batte il cinese campione del mondo di Go: dopo sette anni di esilio, il motore di ricerca rientrerà in Cina?
  • Bitcoin sopra i 2000 dollari: il mercato guadagna 5 miliardi in un fine settimana, un miliardo in un giorno.
  • Apple Pay è accusata di aver violato 13 brevetti
  • comScore: a marzo 2,5 milioni di italiani fra i 13 e i 17 anni si connettono da smartphone e tablet. A quota 30,8 milioni l’audience totale da Mobile
  • Il fondo hi-tech Softbank-Arabia Saudita è il più ricco al bondo, con 93 miliardi di dollari di capitali
  • Nei prossimi mesi l’Europa potrebbe concludere il caso Antitrust UE vs. Google: si deciderà se Alphabet è colpevole (o meno) di abuso di posizione dominante
  • I fornitori di Apple accusati da Qualcomm per royalty non pagate
  • A Computex 2017 Asus potrebbe svelare un laptop per il gaming basato su cpu AMD Ryzen
  • eMarketer stima che 36 milioni di americani useranno un assistente vocale come Amazon Echo, almeno una volta al mese (+129% anno su anno)
  • L’Unità 180 della Nord Corea è la cellula che di cyber-warfare più temuta
  • Spotify ha assunto uno specialista di M&A. Obiettivo: acquisire altre startup?
  • Google lancia la piattaforma Cloud IoT Core
  • WikiLeaks rivela Athena, minaccia contro Windows 10
  • Multa Antitrust UE da 110 milioni di euro a Facebook per la condivisioni dati, non comunicata ai tempi dell’acquisizione di Whatsapp
  • Venduti 10 milioni di Samsung Galaxy S8 in meno di un mese, eguagliato il record del Galaxy S4 nel 2013
  • A Google I/O 2017: Android è su 2 miliardi di device, Android Auto su 300 modelli, Android Watch su 50 modelli di smartwatch, Android TV conta un milione di attivazioni ogni 2 mesi
  • Apple Pay sbarca in Italia: si può pagare da iPhone e Watch
  • Google Grand Tour è un viaggio virtuale in Italia fra arte, cultura e IT
  • Lyft diventa partner di Waymo (Alphabet) per il lancio di #self-driving cars

8 – 15 maggio:

  • VR, Google acquisisce Owlchemy Labs
  • Cyber-attacco via Ransomware in 99 Paesi
  • E-commerce, la Coop sbarca in Cina via Wechat
  • Antitrust, multa a Whatsapp per 3 milioni di euro
  • Corte UE: Per Uber licenze come per i taxi
  • Amazon lancia Echo Show con schermo touch da 7 pollici
  • Google e VMware annunciano partnership su Chrome OS
  • 5G, Verizon acquisisce Straight Path per 3.1 miliardi di dollari
  • Xiaomi si espande in America Latina via Messico
  • Netcomm Forum: e-commerce tricolore a doppia cifra
  • 5G, proroga fino al 12 giugno presentazione progetti
  • Microsoft lavora a una versione sicura del browser Edge, in grado di girare sulla sua Hyper-V virtual machine Hyper-V
  • Apple supera 800 miliardi di dollari di valutazione
  • A giugno Facebook potrebbe lanciare sua Tv con 24 show originali
  • Dell Technologies investirà 100 milioni di dollari all’anno in startup, tramite la su unità venture, Dell Technologies Capital
  • Parrot posiziona i suoi droni nei settori dell’agricoltura, 3d modeling e mappe

1 – 7 maggio:

  • Strategy Analytics: Apple supera FitBit nel mercato della Wearable Tech
  • Decimo trimestre consecutivo di declino del mercato tablet
  • Warren Buffett vende un terzo delle sue azioni Ibm
  • Facebook sfiora i 2 miliardi di utenti: WhatsApp Status ha già 175 milioni di utenti giornalieri; WhatsApp e Instagram Stories battono Snapchat
  • In Italia Google verserà 306 milioni alle Agenzie delle Entrate
  • Nel primo trimestre Tesla raddoppia il fatturato
  • Ryzen fa balzare del 18% i ricavi di AMD
  • Raspberry Pi ha venduto un quarto di milione di Pi Zero W in nove settimane
  • Netcomm: nel 2016 l’e-commerce tricolore sfiora i 20 miliardi di euro, con 20,7 milioni di acquirenti (+10%)
  • NSA ha raccolto 151 milioni di tabulatati telefonici nel 2016
  • Cisco si aggiudica Viptela per 610 milioni di dollari
  • Zenith: Google e Facebook detengono il 20% del mercato pubblicitario mondiale
  • Spotify acquisisce una startup di blockchain per le royalty
  • La trimestrale di Apple delude, dopo il calo delle vendite di iPhone
  • Microsoft presenta Windows 10 S, la versione cloud per la scuola
  • Apple alza di dieci centesimi i prezzi delle app
  • Twitter diventa partner di Bloomberg per lo streaming TV delle news
  • La Turchia chiude Wikipedia. Dopo le carceri e la tortura, la cyber-censura

Il ritorno di Andy Rubin con Essential Phone e lo speaker Essential Home

Andy Rubin, padre di Android, aveva lasciato Google nel 2014 per fondare la sua società Essential, sostenuta dall’incubatore Playground Global che ha raccolto 300 milioni di dollari per sfidare Apple e Samsung. Il nuovo smartphone Essential Phone PH-1 è un top di gamma, modulare ed elegante, in una parola essenziale (no logo e quasi privo di elementi fisici), con il display, protetto da Gorilla Glass 5, che occupa quasi totalmente la superficie frontale.

Il ritorno di Andy Rubin con Essential Phone e lo speaker Essential Home
Il ritorno di Andy Rubin con Essential Phone e lo speaker Essential Home

Con angoli arrotondati, lo schermo è ampio (5,71 pollici) con rapporto d’aspetto di 19:10 e risoluzione di 2560 x 1312 pixel. Vanta SoC Qualcommm Snapdragon 835, 4 GB di RAM e 128 GB di memoria interna. Al posto del jack audio da 3,5 mm (già mandato in pensione da Apple), è dotato di una porta USB di Tipo C, oltre al lettore di impronte digitali. Alle fotocamere consuete (frontale da 8 Megapixel e posteriore da 13 Megapixel), affianca una fotocamera per riprendere video a 360 gradi (in vendita a circa 200 dollari).

Lo smartphone di Andy Rubin sarà in vendita negli USA, disponibile in tre colori, al prezzo di 699 dollari.

Ma la novità che ha attirato l’attenzione della Code Conference è Essential Home, l’assistente domestico che lancia il guanto ad Amazon Echo e Google Home: lo speaker domestico è dotato di Ambient OS, il sistema operativo con assistente personale.

Per contrastare la frammentazione, uno dei maggiori problemi di Android, Andy Rubin ha annunciato servizi centralizzati nel back-end. Ma i dettagli saranno svelati in futuro.

UPDATE 28 settembre 2017: Essential Phone sarebbe uno dei peggiori flop del mondo Android, fermo a5 mila unità vendute. Nonostante Andy Rubin.

Cinque motivi per rimanere scettici sul rally di Bitcoin

Bitcoin è a livelli record. La criptovaluta ha prima battuto l’oro, quindi ha raggiunto i 2.800 dollari, raddoppiando il valore soltanto nel mese di maggio, grazie ad alcuni fenomeni orientali: la cancellazione delle banconote da 500 e 1.000 rupie per arginare l’evasione ha spinto in India l’utilizzo di Bitcoin; da un paio di settimane, in Giappone i pagamenti tramite criptomoneta sono legali, con punte del 40% del totale delle transazione finanziarie.

Nel novembre scorso, il Bitcoin viaggiava sui 700 dollari per ogni singolo esemplare, per sfondare, per la prima volta a febbraio, la soglia dei 1.000 dollari, salire a 1.500 dollari ad aprile: ha poi toccato i 2.800 dollari, per poi chiudere la seduta di giovedì scorso a 2.500 dollari.

L’incremento del 100% ricorda i fasti del novembre 2013, quando bitcoin quintuplicò il valore e toccare i mille dollari. Già nel giorno di San Valentino, dimezzava il valore, per languire sui 500 dollari per due anni. Il rally non è una novità.

Cinque motivi per rimanere scettici su Bitcoin
Cinque motivi per rimanere scettici su Bitcoin

Il blockchain sta arrivando nel mainstream, per rendere le transazioni più sicure ed efficienti. Ma il bitcoin continua ad essere caratterizzato da una forte volatilità.

Se abbiamo visto le ragioni alla base del rally, che hanno permesso alla moneta virtuale di frantumare i record, ecco i cinque motivi per rimanere scettici su Bitcoin.

1) L’attacco via ransomware Wannacry ha dimostrato che bitcoin è ancora la valuta più amata da hacker e cyber-crimine, a causa dell’anonimato. La bancarotta di Mt. Gox a Tokyo e il trafugamento di Bitfinex ad Hong-Kong sono fatti che hanno lasciato un ricordo amaro.

2) La comunità bitcoin è stata indecisa per più di un anno sull’upgrade della blockchain. Non è ancora chiaro se il 2017 sarà l’anno per scalare o no. Differenze ideologiche hanno impedito a 50 aziende di trovare un accordo per accelerare le transazioni.

3) Bitcoin conta 700 rivali, secondo Ron Quaranta, chairman di Wall Street Blockchain Alliance. Qualcuno potrebbe emergere e rendere bitcoin obsoleto. Bitcoin deteneva l’85% del mercato delle monete virtuali, per crollare a metà del settore, secondo CoinMarketCap.com.

4) Bitcoin non ha ancora ottenuto alcun riconoscimento governativo. Senza il il via libera a un Etf, promosso dalla SEC, manca ancora un ok dall’alto.
Inoltre, Sanford C. Bernstein ha scritto un report, secondo cui la blockchain ha un impatto non rivoluzionario, ma soltanto “evolutivo” nei mercati emergenti, Cina compresa.

5) Rischio bolla. Non staremo a raccontarvi per l’ennesima volta la storia dei tulipani nell’Olanda del ‘600, ma non diteci che questa volta è differente. Alla fine tutte le bolle si assomigliano, almeno un po’.

Mirella Castigli