Storica collaborazione fra Apple e Google nel Contact Tracing che inaugura l’era post Coronavirus

Solo gli scettici che non credevano fino a ieri che, dopo la pandemia, nulla sarà come prima, si stupiscono della collaborazione fra Apple e Google, gli arci rivali dell’era Mobile, partnership con cui inaugurano l’era post Coronavirus (pC).

Storica collaborazione fra Apple e Google nel Contact tracing per affrontare la pandemia da Coronavirus
Storica collaborazione fra Apple e Google nel Contact tracing per affrontare la pandemia da Coronavirus

Continue reading “Storica collaborazione fra Apple e Google nel Contact Tracing che inaugura l’era post Coronavirus”

Carrellata di fine anno sulle Big IT. In un mercato azionario sopravvalutato del 20%

Questo post nasce dalla considerazione che le borse globali sono passate dai 34 trilioni del 2008 ai più di 80 trilioni di oggi. Apple e Alphabet (la capofila di Google) sono in gara per diventare la prima azienda da un trilione di dollari. Ma, sarà vero o no, c’è chi teme che i mercati azionari siano sopravvalutati di almeno un 20%. Quindi, in attesa di sapere ciò che avverrà (a dispetto di Bitcoin, visto più come bene rifugio che come asset speculativo, in questo caso), scattiamo una panoramica sulle Big IT, fra acquisizioni e previsioni.

Aggiungeremo una nuova istantanea alla nostra carrellata. Ogni nuovo pezzo verrà aggiunto in alto, per agevolare la lettura complessiva: dopo il ritratto di Apple, Facebook e Google, oggi tocca a Amazon.  (POST in fieri: un update al giorno).

Amazon Key, l'e-commerce porta i pacchi nel salotto di casa
Amazon Key, l’e-commerce porta i pacchi nel salotto di casa

Continue reading “Carrellata di fine anno sulle Big IT. In un mercato azionario sopravvalutato del 20%”

Aspettando iPhone X, lo smartphone targato Apple del decimo anniversario

Samsung ha già ricevuto 650.000 preordini di Galaxy Note 8 in appena cinque lavorativi. La cinese Huawei ha sorpassato temporaneamente, ma simbolicamente, Apple. Nel mercato Mobile, in crescita di un robusto 4% (ma sono lontani i fasti a doppia cifra), lo smartphone sta soppiantando i tablet, grazie al big screen, la diagonale ormai stabilmente sopra i 5 pollici e perfino sopra i 5,5 pollici in oltre il 25% dei casi. E Android fa la parte del leone, anche se iOS scommette sullaversione 11 per la riscossa, approfittando della morte di Windows Phone. In questo scenario, Apple si accinge a presentare fra poche ore il nuovo iPhone X, nome in codice iPhone 8, lo smartphone del decennale, con riconoscimento facciale FaceID 3D, per sbloccare il device e con display senza cornice per esaltare il design che altri vendor definiscono “infinity”. Siri – l’assistente vocale utilizzato 2 miliardi di volte a settimana (ma già superato da Amazon Alexa e dagli agguerriti rivali) – sarà il vero protagonista di questo evento, come promette Craigh Federighi? Vedremo.

In queste ultime settimane, Apple ha pubblicato una trimestrale da record (il terzo quarter), in progresso del 7,2% rispetto alla scorso anno, con un fatturato di 45,4 miliardi di dollari rispetto ai 42,4 miliardi di dollari del luglio 2016, con il 61% raccolto sui mercati globali, il restante in Usa, primo mercato in crescita del 13%, oltrepassando le attese degli analisti. La parte del leone della crescita trimestrale si deve ai Servizi con un +22% e un fatturato da 7,2 miliardi di dollari (ApplePay, contenuti digitali, Apple Care) combinati con la voce “altri prodotti” con un +23% in volume e fatturato da 2,7 miliardi di dollari, che raccoglie Apple Watch (in prima linea).

iPhone X con Siri superstar e display infinito: il giorno di Apple Event
iPhone X con Siri superstar e display infinito: il giorno di Apple Event

E la terza edizione dello smartwatch potrebbe essere svelata questa sera, dopo l’HomePod, lo speaker domestico controllato da Siri, visto a WWDC 2017 dello scorso giugno. Ma fervono le attese per il mondo AR, dopo l’assaggio in ambito Augmented Reality, concesso alla developer conference.  Continue reading “Aspettando iPhone X, lo smartphone targato Apple del decimo anniversario”

iPhone 8 gioca un brutto scherzo ad Apple

Sembrava che dovesse postare la solita noiosa trimestrale e il titolo aveva già toccato un nuovo record. Invece no: a sorpresa le vendite di iPhone calano e il titolo crolla. Gli utenti si tengono il vecchio iPhone ancora per qualche mese, aspettando iPhone 8, l’attesissimo smartphone del decimo anniversario.

L’azienda, che detiene 250 miliardi di dollari in contanti o investimenti a breve, è costretta a un programma di capital return pari a 50 miliardi di dollari. I ricavi derivanti da servizi (iCloud, App Store, Apple Music) intanto salgono del 18% a 7.04 miliardi di dollari.

Apple ha venduto 50.8 milioni di iPhone, meno rispetto ai 51.2 milioni di un anno fa e sotto le attese. Il fatturato degli smartphone è salito dell’1.2%.

iPhone 8 gioca un brutto scherzo ad Apple
iPhone 8 gioca un brutto scherzo ad Apple

Ferve l’attesa per iPhone 8, il dispositivo del decimo anniversario: potrebbe avere ricarica wireless, riconoscimento facciale 3D, fotocamera con doppia lente, chip a 10 nanometri e display curvo e Oled, racchiuso in un design più simile all’iPhone 4 del 2010. Forrester Research esprime scetticismo sulle previsioni del ciclo di upgrade. Più le vendite di S8 sono forti, più incerte sono le stime su iPhone 8: e Samsung Galaxy S8 ha già superato del 30% le vendite di S7.

Inoltre l’azienda di Cupertino è impegnata nella guerra dei chip, per ridurre la dipendenza dai supplier ed accelerare nel chip design. Apple ha cessato di pagare le royalty ai partner Qualcomm, dopo aver sospeso l’utilizzo dei chip di Imagination e aver messo Dialog in difficoltà.

Samsung Galaxy S8 e i concorrenti hanno alzato l’asticella, mentre il mercato smartphone non cresce più come un tempo ed Apple rallenta in Cina (dove il fatturato è in flessione del 14%, meno precipitosamente di un anno fa).

Il titolo di Apple cala del 2%, dopo un balzo in avanti del 27% quest’anno.

Mirella Castigli